Giardini di Alfàbia: come arrivare e cosa vedere

I giardini di Alfàbia fanno parte della tenuta di Alfàbia, a Bunyola. La piccola e incantevole proprietà di Alfabia, situata sulle pendici della Sierra de Tramuntana di Maiorca, era una vecchia fattoria islamica, mentre oggi è un’oasi lussureggiante in un paesaggio arido.

Originariamente di proprietà del viceré arabo dell’isola nel 12° secolo, la casa padronale e i suoi giardini idilliaci hanno mantenuto gran parte del loro carattere moresco. Caratteristiche di grande interesse della tenuta sono la facciata principale di stile barocco, il soffitto a cassettoni e le iscrizioni arabe del secolo XIII, che si trovano nel soffitto del portale d’ingresso.

Di grande interesse i balconi della casa padronale con vista sui giardini, la biblioteca con numerose opere stampate tra il XVI e il XVIII secolo, la collezione di dipinti e mobili d’epoca, tra i quali una grande sedia in legno del Trecento.

I giardini

Un sentiero fiancheggiato da alberi di sicomoro porta all’entrata del feudo, la cui facciata impressionante è conosciuta come los “ojos de buey” (gli occhi del bue). Si entra quindi in un grazioso cortile con una fontana e un grande sicomoro di 110 anni, i cui rami creano ombra in tutte le direzioni.

Una serie di gradini in pietra portano a un bel patio con una fontana barocca. I giardini hanno un proprio stile, in cui gli elementi naturali e endemici del luogo si combinano in modo esemplare, creando un ambiente di pace e tranquillità. I giardini di Alfàbia sono un ottimo esempio dell’enorme abilità moresca per il paesaggismo, per la progettazione di sistemi di irrigazione ed un chiaro esempio dei giardini delle case padronali dell’isola di Maiorca.

Alberi di limoni e aranci, tipicamente alberi da frutto mediterranei diffusi in tutta l’isola, creano un’atmosfera molto intima. L’influenza della cultura musulmana non si riflette solo nel tipo di alberi, fiori o piante, ma anche nel ruolo dell’acqua come elemento di spicco; l’acqua in movimento, non mancherà mai in un giardino mediterraneo.

L’acqua è una presenza costante e protagonista indiscusso dell’intero giardino. Un’antica cisterna di pietra (o alijbe), fornisce acqua piovana di montagna ai giardini sottostanti e il suono delle fontane accompagna sempre i visitatori mentre viaggiano tra gli agrumeti e i sentieri ombreggiati.

Uno dei punti focali dei giardini è una pergola barocca del XVII secolo, dove, lungo la passerella vengono spruzzati getti d’acqua sottili. Più avanti, una serie di sentieri e passaggi conduce in uno spazio tranquillo e invitante, chiuso da palme e bambù, con un lago disseminato di lilly d’acqua.

Dove si trova

giardini di Alfàbia, maiorca

I Giardini di Alfàbia, Maiorca

L’ingresso ai giardini di Alfàbia si trova tra il tunnel di Soller e il ristorante Ses Porxeres, precisamente al chilometro 17 della strada Palma-Soller. Esternamente si trova anche un parcheggio.

I due giardini, Alfàbia e Raixa, i più importanti di Mallorca, si trovano molto vicini l’uno dall’altro, quindi è facile organizzare una visita di tutti e due nello stesso giorno.

Prezzo biglietto

Prezzo normale: 7.50€
I bambini fino a 10 anni entrano gratis
Gruppi: prezzo su richiesta
Studenti di Maiorca: 4.50€
Residenti a Maiorca: 5€

Orari

La tenuta di Alfàbia è aperta al pubblico, ed oltre ai giardini, si possono visitare le diverse stanze di questa dimora del XII secolo. In una di queste stanze rimase anche la regina Elisabetta II, in un breve soggiorno sull’isola.

Dal 1° aprile al 31 ottobre: dal lunedì – domenica, dalle 9.30 alle 18.30.
A marzo: da lunedì a venerdì, dalle 9.30 alle 17.30 Sabato dalle 9.30 alle 13.00.
Chiuso: da novembre – febbraio

Come arrivare

Se arrivate in auto l’indirizzo dei Giardini di Alfàbia è: Ctra Palma – Soller Km 17

giardini di Alfàbia, Maiorca

I Giardini di Alfàbia, Maiorca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *